C128D - Tommasi NET

Vai ai contenuti
Le caratteristiche del Commodore 128D sono identiche a quelle del suo fratello "minore", il 128. Il Commodore 128 fu un computer dalla possibilità notevoli e dalle caratteristiche professionali: oltre alla totale compatibilità con il Commodore 64, assicurata da un processore MOS 8502, il 128 poteva contare anche su uno Zilog Z80: questo gli permetteva di interpretare i programmi scritti in CP/M, un linguaggio destinato in genere ad un mercato più esigente. Chi lo utilizzava, però, non era quell'utente professionale che il Commodore 128 avrebbe dovuto conquistare: probabilmente il suo aspetto lo rendeva più simile ai computer della Commodore destinati a funzioni prevalentemente ludiche.
Fu così deciso di presentare un modello dalle caratteristiche hardware identiche ma dalla configurazione diversa: il Commodore 128D. Composto da due unità, il cabinet con il lettore dischi integrato e la tastiera, il Commodore 128D aveva effettivamente un aspetto professionale: il successo fu tuttavia minore, per lo stesso motivo che rallentò anche le vendite del Commodore 128. La Commodore, infatti, lanciava proprio in quel periodo un computer dalle prestazioni straordinarie: l' Amiga, destinato ad offuscare per lungo tempo ogni altro concorrente presente sul mercato.

Copyright 1984-2021 © Soft System. All rights reserverd.
Torna ai contenuti